COME CONSERVI I TUOI RICORDI FOTOGRAFICI?

COME CONSERVI I TUOI RICORDI FOTOGRAFICI?

I rischi delle foto digitali

Tutti siamo fatti di ricordi, sono il nostro passato e rappresentano ciò che siamo. I ricordi sono come le onde del mare, vanno e vengono, a volte basta una voce, un profumo, un suono, per rievocare emozioni passate.

A volte basta una fotografia…

La fotografia è lo strumento essenziale per ricordare i momenti della vita, raccontare storie ed emozioni, ci restituisce attimi che sarebbero andati del tutto persi o avrebbero rischiato di trasformarsi in ricordi sempre più sbiaditi.

Tu come conservi i tuoi ricordi fotografici? Chissà quante foto hai salvato nel tuo telefono e quante nel computer! Le riguardi qualche volta? Si ok le condividi sui social, whatsapp. Digitale, digitale, solo digitale. E’ un metodo sicuro per conservare le tue fotografie? E se tutti i dati del computer o del telefono andassero perduti? Ah giusto, basta salvare una copia dei file in chiavetta o in un hard disk esterno! Giusto. Anche se stiamo sempre parlando di supporti tecnologici che possono rompersi, perchè non durano in eterno e la possibilità che si possano rovinare causando la distruzione di tutti files non è così remota come molti pensano!

Se non bastasse questo, prova a pensare anche alla velocità con cui spuntano sempre nuovi supporti tecnologici, con il rischio in futuro (neanche tanto lontano) di non riuscire nemmeno più a visualizzare le nostre immagini, perdendo così la nostra storia!

La fotografia digitale che guardiamo sfogliando con il dito sul telefono o cliccando sul nostro computer, non ci restituisce quella serie di informazioni sensoriali, di sfumature ed emozioni, che solo la stampa fotografica può riportare.

Solo le immagini stampate danno un valore inestimabile ai nostri ricordi!

Riguardare queste immagini sarà un po’ come riviverle e avere l’opportunità di emozionarsi di nuovo.

Guardo ancora adesso le foto di quando ero bambino, me le gusto sfogliando un vecchio album, alcune sono ingiallite, altre sono mosse, ma per me significano molto e soprattutto conservano ancora i miei ricordi! E di questo devo ringraziare solo i miei genitori (e un po’ anche l’era analogica). Inutile che ti dica che stampo costantemente i miei ricordi, ma quello che forse non sai è che mi capita spesso di ritrovarci, seduti intorno ad un album di foto, a raccontare aneddoti, a ricordare quando, come e perchè quella foto era stata scattata.

Spesso approfitto delle ricorrenze (Natale, compleanni, anniversari, e ricorrenze varie) per regalare e regalarmi delle fotografie. Perché? Perché la fotografia va anche toccata, va inserita in un album o incorniciata e appesa in casa. Insomma, va vissuta.

Chissà quante volte hai detto prima o poi stamperò le fotografie che ho in digitale. L’hai fatto?

Quello che ti sto suggerendo è di non affidarti solo a supporti tecnologici (dvd, pen drive, cloud, hard disk, smartphone e social network) per le tue immagini, ma di sfruttare tutte le potenzialità che l’era digitale ha introdotto! Seleziona le fotografie che ti strappano un sorriso o una lacrima, torna a stampare i tuoi ricordi e, se sei genitore, dai la possibilità anche ai tuoi figli di conoscere la bellezza racchiusa in una fotografia stampata.

Hai pensato cosa rimarrà di te in futuro? Questo dipende da quanta importanza dai alle tue memorie. Ci sono tanti modi per conservarli, ma tieni presente che UN’IMMAGINE NON STAMPATA E’ UN RICORDO CHE NON C’E’.

Ti è venuta voglia di stampare qualche tua fotografia? Mi auguro di si. Ti aspetto in negozio!



Floriano Gambalonga

Autore

Floriano Gambalonga


Ti piacerebbe condividere un tuo pensiero?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *